Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all’uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consultare la sezione Cookie Policy

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Diritti e agevolazioni per le persone con sindrome di Down

Questo articolo contiene, sotto forma di slide, una sintesi accurata e di immediato utilizzo  dei diritti e delle agevolazioni che le varie norme garantiscono alle persone con disabilità con particolare riferimento alla sindrome di Down.  Il testo completo è pubblicato nel Quaderno AIPD n. 15 - Aspetti assistenziali e di tutela accessibile con il bottone:

 

 

L'autore del documento è il dott. Andrea Sinno del servizio Telefono D dell'AIPD nazionale.

Da parte nostra abbiamo integrato le normative relativamente alle agevolazioni sul trasporto urbano ed extraurbano per la provincia di Trento. 

 

 

 

 

Tipologia dei diritti

 

    • diritto soggettivoesigibile sempre perchè garantito dalla legge.
      Ad es:diritto all’educazione e all’istruzione (L. 104/92, art. 12)
    • diritto “discrezionale”: disposto da una prassi di un’azienda, ufficio o ente che può sempre revocarlo
      E' valido solo in quell’ambito
      (es: precedenza nelle code al supermercato)

  

 




Agevolazioni per  le persone con disabilità

 

 

sono subordinate ai requisiti:

  • il riconoscimento di handicap in situazione di gravità
    (comma 3, art. 3, L. 104/92)

  • una specifica percentuale di invalidità civile

  • la titolarità dell’indennità di accompagnamento

 

 

Cosa spetta alle persone con la sindrome di Down



  • il riconoscimento di handicap in situazione di gravità
  • il riconoscimento MINIMO del 75% di invalidità civile

 

in particolari condizioni può  spettare:

  • una percentuale di invalidità civile superiore al 75%, fino ad un massimo del 100%
  • la titolarità dell’indennità di accompagnamento (100% con necessità di assistenza continua)

 

 

 

Ingresso a manifestazioni sportive e culturali

 

l' accesso agli impianti sportivi è previsto dall'art. 23, L. 104/92:


 "le Regioni, i Comuni, i Consorzi di Comuni e il CONI realizzano… ciascuno per impianti di propria competenza, laccessibilità e la fruibilità delle strutture sportive e dei connessi servizi da parte delle persone handicappate“.

 

QUINDI:

  • diritto alla presenza di uno spazio accessibile: SI
  • diritto all’ingresso gratuito: NO
  • eventuali sconti o esenzioni sono concessi su iniziativa di chi organizza o gestisce le manifestazioni o gli spettacoli

    possibili, quindi, differenti disposizioni: è necessario fare riferimento all’ente organizzatore per eventuali agevolazioni ed indicazioni sulla documentazione richiesta per fruirne

 

 

 Ingresso a musei, monumenti e parchi

 

 L’art. 4 comma 3, lett. i) del DM 11/12/97 n. 507, così come modificato dall’art. 1 del DM 20/4/06, n. 239 dispone l’ingresso gratuito a monumenti, musei, scavi, gallerie, parchi, giardini monumentali dello Stato per i cittadini dell’UE con handicap e familiare o accompagnatore accreditato

 

 

 

Trasporti

 

 Le agevolazioni per le persone con disabilità variano in funzione dei vari mezzi di trasporto utilizzati: treno, trasporti urbani (bus, tram, metro), aereo, taxi


 

 Treni

 Carta blu trenitalia

 

  • spetta solamente ai titolari di indennità di accompagnamento quindi non a tutte le persone con sD

  • consente l’acquisto di un unico biglietto valido anche per l’accompagnatore (con integrazione in alcuni casi)

  • va presentata sia all’acquisto sia al controllo del biglietto

La Carta Blu è gratuita e può essere richiesta presso i Centri di Assistenza riservati alle persone diversamente abili(CAD) e le biglietterie di Stazione

 

 

 

Trasporti locali

 

Non c'è uniformità di disposizioni a livello nazionale

In Trentino  hanno diritto alla libera circolazione gratuita con la tessera CATEGORIA“G” le persone:

  • portatori di handicap o invalidi civili o per lavoro con una percentuale di invalidità accertata pari o superiore al 74% o con inabilità permanente assoluta 100% oppure beneficiari, pur con invalidità accertata inferiore al 74%, delle prestazioni economiche a favore dei soggetti con disabilità erogate dall’Agenzia Provinciale per l’assistenza e la previdenza integrativa di cui all’art. 3 della L.P. 7 del 15.6.98 o dall’I.N.P.S.;
  • non vedenti con cecità assoluta o con residuo visivo non superiore ad 1/20 in entrambi gli occhi o con residuo visivo non superiore ad 1/10;
  • sordomuti;
  • soggetti minorenni con difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni della propria età o con impossibilità a deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore o con necessità di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita;
  • soggetti ultrasessantacinquenni con difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni della propria età o con impossibilità a deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore o con necessità di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita;
  • gli invalidi di guerra o per servizio appartenenti alle categorie dalla prima alla quarta;
  • soggetti non deambulanti (con carrozzina).

 

Si consente la libera circolazione gratuita sui mezzi di linea a favore degli accompagnatori di:

  •  invalidi civili o per lavoro con inabilità permanente assoluta 100%;
  • non vedenti con cecità assoluta o con residuo visivo non superiore ad 1/20 in entrambi gli occhi o con residuo visivo non superiore ad 1/10;
  • minorenni con impossibilità a deambulare senza l’aiuto di un accompagnatore o con necessità di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita;
  • ultrasessantacinquenni con impossibilità a deambulare senza l’aiuto di un accompagnatore o con necessità di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita;
  • soggetti non deambulanti (con carrozzina)

 

La tessera di riconoscimento viene rilasciata dal Servizio Trasporti Pubblici compilando un modulo prestampato, presso tutte le biglietterie delle società Trentino Trasporti Esercizio S.p.A. e Trenitalia S.p.A. Al modulo dovrà essere sempre allegata una fotografia formato tessera (firmata sul retro) nonché l'eventuale tessera da sostituire.

(vedi  Tariffario)

 

 

Aereo

 

  • non risultano tariffe agevolate per le persone con disabilità se non per quelle non vedenti (Alitalia)
  • nel caso di accompagnatore imposto, le tariffe che vengono applicate alla persona con disabilità e al suo accompagnatore variano a seconda delle diverse compagnie aeree
  • l'assistenza è regolamentata dal REGOLAMENTO (CE) n. 1107/2006 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 5 luglio 2006 relativo ai diritti delle persone con disabilità e delle persone a mobilità ridotta nel trasporto aereo in vigore dal 26 luglio 2008
  • divieto di rifiutare il trasporto a persone con disabilità
  • obbligo assistenza gratuita sia
    • in aeroporto (aiuto negli spostamenti verso il banco del check-in, ritiro bagagli, toilette, uscita)
    • sull’aereo

 

 

Taxi

  • il comune può prevedere dei buoni taxi o servizi specifici per le persone con disabilità
  • generalmente sono disposizioni destinate alle persone con difficoltà motorie


 

 

Diritto di voto

  • Costituzione della Repubblica,    Art. 48:
    Sono elettori tutti i cittadini, uomini e donne, che hanno raggiunto la maggiore età.
    Il diritto di voto non può essere limitato se non per incapacità civile

 

  • DPR 20 marzo 1967, n. 223
    Approvazione del TU delle leggi per la disciplina dell’elettorato attivo e per la tenuta e la revisione delle liste elettorali. All'art. 2

Non sono elettori:

1) gli interdetti e gli inabilitati per infermità di mente

 

  • L'art. 2 viene ABROGATO dall’art. 11 della L. 180/78:
    ANCHE
    le persone interdette o inabilitate per infermità di mente sono elettori

 

Quindi una persona con disabilità intellettiva ha sempre diritto al voto, anche se interdetta, ma non al voto assistito: deve esercitarlo autonomamente in cabina, senza l’assistenza di un accompagnatore, che potrebbe incidere sulla formazione della volontà dell'elettore.

 

presupposto per l'ammissione al voto assistito è un impedimento fisico che ostacola l'espressione materiale del voto; non un impedimento di natura diversa

 

 

 Contrarre matrimonio

 

CONTRARRE MATRIMONIO

 

CODICE CIVILE

 

TITOLO VI

DEL MATRIMONIO

Art. 85

(Interdizione per infermità di mente)

 

Non può contrarre matrimonio l’interdetto
per infermità di mente

 

 

 Conseguire la patente di guida

 

Nuovo Codice della Strada


(Decreto Legislativo n. 285 30/4/92
e successive modificazioni)

all' art. 119 Requisiti fisici e psichici per il conseguimento della patente di guida:

  1. Non può ottenere la patente di guida… chi sia affetto da malattia fisica o psichica, deficienza organica o minorazione psichica, anatomica o funzionale tale da impedire di condurre con sicurezza veicoli a motore.
  2. L'accertamento dei requisiti fisici e psichici… è effettuato dall'ufficio della unità sanitaria locale territorialmente competente, cui sono attribuite funzioni in materia medico-legale.

 

  

 

Il patentino per ciclomotori

 

PATENTINO PER CICLOMOTORI

 

A seguito della L. 168/2005, chiunque guidi un ciclomotore (minorenne o maggiorenne non in possesso di patente) deve essere munito del certificato di idoneità alla guida

che presuppone un certificato medico che attesti “l’esistenza di condizioni psicofisiche di principio non ostative all’uso del ciclomotore

 

Linee guida per il rilascio del certificato medico per il CIG
(Ministero della Salute)

…il medico dovrà escludere la presenza delle seguenti condizioni:

…ritardo mentale grave,…quando tali condizioni non siano compatibili con la sicurezza della guida

 

   quindi per l'idoneità di guida

al di là dell’abilità nell’esercizio della guida, è molto difficile che ad una persona con sindrome di Down venga riconosciuta l’idoneità alla guida

{/xtypo_rounded3
 
Copyright © 2019 www.aipdtrentino.it. All Right Reserved.
Powered By Joomla Perfect